lunedì 30 ottobre 2017

A chi tutto ti può torre, dagli quel che chiede.
A muraglia cadente non s'appoggi chi è prudente.
A usanza nuova non correre.
Adatta i complimenti ai luoghi e ai momenti.
Affronta il futuro armato di coraggio e serenità.
All'assente e al morto non gli si deve dar torto.
Apri la bocca soltanto se sei sicuro di sapere che dire.
Bisogna essere artefici soprattutto di comunione e fraternità.
Bisogna fare la spesa secondo l'entrata.
Bisogna navigare quando spira buon vento.
Cerca sempre di essere quello che sei e nulla più.
Chi abbisogna, non abbia vergogna.
Chi è uso alla zappa, non pigli la lancia.
Chi ha fretta, indugi.
Chi ha la testa di vetro, non faccia a sassi.
Chi ha più giudizio, più n'adoperi.
Chi ha tempo non aspetti tempo.
Chi non ha modo, offra la volontà.
Chi non può aver raccolto, vada a spigolare.
Chi non sa fare, lasci stare.
Chi non sa l'arte, serri la bottega.
Chi non vede il fondo, non passi l'acqua.
Chi non vuol ballare non vada alla festa.
Chi non vuol perdere, non giochi.
Chi sa favellare impari a praticare.
Chi sta in agio non cerchi disagio.
Chi teme acqua e vento non si metta in mare.
Chi vuol godere la festa, digiuni la vigilia.
Chi vuole ben parlare, ci deve ben pensare.
Comanda e fai da te, sarai servito come un re.
Conserva con cura ciò che raccogli con fatica.
Di chi non si fida, non ti fidar!!
Di cose fuor di credenza non fare esperienza.
Di minacce non temere, di promesse non godere.
Dove non vedi, non ci metter le mani.
E' meglio contentarsi che lamentarsi.
Essere gioiosi e ottimisti è il segreto della longevità.
Fa bene i tuoi affari, aiuta il prossimo e non ti curar d'altro.
Giammai col bramare il sacco puoi colmare.
Impara piangendo, riderai guadagnando.
Loda con premura, biasima con misura.
Mal si contrasta chi non ha da perdere.
Misura e pesa e non avrai contesa.
Misura il tempo e farai buon guadagno.
Molto vale e poco costa, a mal parlar buona risposta.
Negli affari certi, occhi e orecchi aperti.
Non abbassarti ad alzar la voce.
Non giudicar la nave stando a terra.
Non mangiare crudo e non andare col piede nudo.
Non metter bocca dove non ti tocca.
Non parlare alle orecchie di uno stolto, perché egli disprezzerà i tuoi saggi discorsi.
Non privare di un sorriso chi ti sta intorno.
Non promettere mai ciò che non puoi mantenere.
Non rimproverare il beffardo affinché non ti odi; rimprovera il saggio ed egli ti amerà.
Non rimuovere il confine antico fissato dai tuoi padri.
Non si può dire abbondanza , se non ne avanza.
Non ti mettere a giocare se non vuoi pericolare.
Paese che vai, come vedi fare fai.
Parole care valgono di più se rare.
Per vivere beato, non rimpiangere il passato.
Pianta a suo tempo e non sarai scontento.
Più che le parole persuadano gli esempi.
Prendi il mondo come viene, se vuoi vivere sano e bene.
Pur se il tempo è bello, non uscir senza mantello.
Quando pigli un'impresa, pensa prima alla spesa.
Quando vedi che la cosa ti è propizia, non abbandonarla.
Rimbrotti e conforti sinceri ma corti.
Se prometti devi dare, pur tardando non mancare.
Se vuoi essere sopportato, sopporta anche tu gli altri.
Segui la formica se vuoi viver senza fatica.
Si può scherzare ma non offendere.
Sopporta e non biasimare ciò che non puoi cambiare.
Sta tu per primo in pace, potrai recare agli altri pace.
Vai a letto con la gallina, alzati con il gallo la mattina.
Vivi e lascia vivere.
Categories:

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Impariamo italiano!